La “mia fisolofia” di allevamento.

(ovvero come chiamare allevamento il vivere “gomito contro zampa”)

WP_20130927_13_59_50_Pro

 

Il numero dei cani nel mio allevamento si aggira intorno ai sei, compresi cani usati in riproduzione e non. Tutti cani che decido di tenere vivono con me fino alla fine dei loro giorni, amati e rispettati dal primo all’ultimo. I cani nell’ allevamento sono in parte discendenti per linea di sangue dalla mia femmina fondatrice o acquisiti scegliendo i cani con le linee di sangue più adatte ad ottenere esemplari con le caratteristiche della razza. Conosciamo e seguiamo personalmente e da tempo gli “stalloni” esterni che utilizziamo per gli accoppiamenti.

Di solito nell’ allevamento nascono una cucciolata all’anno o ad anni alterni. I cuccioli nascono sempre in casa e passano le loro prime settimane di vita sempre in casa con la loro mamma partecipando alla nostra vita quotidiana e stando a contatto il più possibile con tutte le cose nuove per loro (suoni, persone, altri cani, etc…)

I cani adulti e i cuccioloni vivono in ampi spazzi dedicati a loro, ma con pieno contatto con me tutto il giorno, portati a in casa la sera. Allevati “all’ Inglese” …….  Si può dire che vivono sempre in casa con noi.

1623618_10152404145857283_3464476007790536451_n

Allevare è un mix di grandi soddisfazioni e pesanti sacrifici.

La Signora Cristina Del Vecchio famosa allevatrice di Pastori delle Fiandre, Sealyham Terrier e  Soft Coated Wheaten Terrier (a Lei che si deve la presenza della razza in Italia) soleva dire :  “E’ assolutamente un hobby, se dovessi vivere di questo sarei già morta di fame”   (*)

Di questa razza ti innamori subito di quel loro fantastico, sguardo da furbino e nello stesso tempo intelligente. La cordialità, che solo loro possono dare. Vieni sorpreso dalla eleganza, da un carattere da favola ed equilibrio. Feeling e corrente di simpatia, d’altra parte, sono le condizioni indispensabili nella scelta di una razza da allevare. 

Il nostro allevamento è un allevamento amatoriale (**) nato dalla passione per questa razza. Per quanto riguarda la scelta della futura casa dei nostri cuccioli, segue il buon senso. I nostri Soft Coated sono per tutti ma non di tutti. Per noi, trovare la casa migliore per i nostri piccoli, è una prerogativa fondamentale. La nostra filosofia non segue la strada della “fabbrica sforna cuccioli a tutti i costi”,  bensì quella di selezionare individui di ottime linee di sangue, figli di soggetti con ottima morfologia, genealogia, ma soprattutto dal carattere equilibrato (***). Destinati a entrare a far parte di una famiglia che li ami e che possano amare a loro volta.

Tra l’allevatore appassionato e i suoi cani rimane di fatto un cordone ombelicale, anche quando i cani diventano i figlioli di qualcun altro.

Nella cura dell’ allevamento, prendiamo spunto dai codici deontologici delle associazioni di razza. Da quelli dell ‘ Associazione Italiana Allevatori Professionisti,  Ente Nazionale Cinofilia Italiana,  Società Italiana Terrier.  Seguiamo  le norme  emanate a  livello Ministeriali  e Regionali,  dettate ai fini del e per il benessere animale. 

Partecipiamo anche ai seminari e corsi di aggiornamento  organizzati dall’ Enci (Ente Nazionale Cinofilia Italiana),  dagli enti provinciali, dalle società di food,  dall’ ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), dalle associazioni e dalle scuole e università di veterinaria.

Di recente abbiamo partecipato al  “Master Allevatore Cinofilo” patrocinato dall’ ENCI e dall’ ANMVI”. Acquisendo la citazione di “Allevatore Selezionato Enci”

logo_aiaplogo_ENCIsitlogoanmvi

note : (*) frase tratta dalla intervista pubblicata sulla rivista Capital 1/95

nota : (**) si è reputato, (avendone da tempo maturato i requisiti) di richiedere l’affisso di allevatore. L’ Enci e la Fci  hanno omologato.

nota : (***) partecipiamo a esposizioni canine in Italia e all’estero. Ci sottoponiamo così al giudizio e valutazione di esperti giudici (di diversi paesi di provenienza),  al fine di valutarne la corrispondenza dei nostri cani allo standard. A conferma (con ottime “pagelle”) che i nostri soggetti sono tipici esemplari della razza.